Language Vai al Sito TeckHat Elettronica in Italiano  Go To TeckHat Elettronics in English
TeckHat Elettronica Logo
Header TeckHat Elettronica
Home  Chi Siamo  Novità  Progetti  Realizzando  Contatti
 

Categoria Progetti ElettronicaDelimitatore Superiore
Controllo Accessi Controllo Accessi
Sicurezza Attiva Sicurezza Attiva
Sicurezza Passiva Sicurezza Passiva
Wireless Wireless
Automazione Automazione
Delimitatore Inferiore


News dal Mondo Dell'Elettronica
Atmel Presenta la nuova Serie ATtiny picoPower
Atmel presenta la nuova serie AVR flash ATtiny nelle versioni ATtiny4, ATtiny5, ATtiny9 e ATtiny10 con la tecnologia picoPower....
STMicroelectronics nuova serie STM32 Value Line a 32 bit
STMicroelectronics lancia la nuova serie STM32 per applicazioni a basso costo, la quale include un processor core ARM Cortex a 24 Mhz....

 

Controller Acquario "Nemo Plus"

Sistema di controllo “Nemo Plus”, per una completa gestione dell’acquario “Dolce”
o “Marino”, capace di gestire con la massima affidabilità, l'orologio, il clima, il PH, l’illuminazione, la fornitura di cibo, l’areazione ed il filtraggio e rabbocco acqua di un acquario; l’installazione è facile ed immediata, grazie al sistema di setup predefinito, il quale imposterà il controller, in una delle 2 modalità tipiche; inoltre, grazie al sistema di gestione degli allarmi, l'utente, sarà sempre informato sullo stato dell’acquario.
Autore:
Andrea
Pubblicato:
1/05/2012

Introduzione
Non sono stati ammessi compromessi, nemmeno per l'aspetto estetico del controller, infatti sia la forma che i colori lo rendono applicabile in qualsiasi ambiente . 
Un altro obiettivo è stato quello di ridurre ai minimi termini, le azioni di mantenimento e controllo da parte dell’utente; infatti, il controller dell'acquario si comporterà come un “Tutor”, il quale con molta attenzione, regolerà il PH, la climatizzazione infatti si preoccuperà dell'attivazione  degli elementi di riscaldamento o di refrigerazione; mentre se il livello dell'acqua scende sotto la soglia minima, esso provvederà al rabbocco automatico dell'acqua; poi grazie ad un sistema di segnalazione acustico/visivo, il controller avviserà l'utente dell'eventuale anomalie presenti sull'acquario.
Dalla Figura sotto sono ben visibili le 9 prese a 220 Va.c., ognuna di queste, ha una funzione ben specifica, mentre 5 di queste, possono essere ri-programmate secondo l'esigenze dell'acquario.
 
Pannello Posteriore del controller per acquario
Illustrazione 1: Pannello Posteriore di Nemo Plus
Vista Prese 220Vac:  Riscaldamento, Refrigeratore/Aux1, Filtro/Sump, Areatore/Aux2
Lamp/Ballast1, Lamp/Ballast1, Lamp 3/Aux5, Osmor/Aux3, Ph Reg/Aux4
 

Il controller “Nemo Plus ”, è capace di  controllare e misurare l'effettivo livello in litri, di 3 distinte vasche, grazie all'utilizzo due sensori sonar. Unico nel suo genere, questo controller per acquario, è in grado di verificare il funzionamento del tracimatore ed inoltre può calcolare l'evaporazione giornaliera dell'acqua.
Il controller è anche corredato di una mangiatoia di piccole dimensioni, facile da installare, con il compito di fornire cibo ai pesci, secondo le nostre indicazioni, con la possibilità di spegnere la pompa prima e dopo l'emissione del cibo, in modo che il cibo vada nel posto giusto, evitando l'intasamento del filtro.
Introduzione (continua)
 
L’erogatore di mangime è completo di batterie ricaricabili NIMH, le quali verranno ricaricate e controllate, in modo da poter garantire sempre l’emissione di cibo, specialmente in caso di mancanza di energia elettrica.
Il controller “Nemo Plus”, è stato ottimizzato per  controllare il fotoperiodo di un acquario con la massima efficienza e funzionalità, esso infatti, gestisce 3 lampade a 220V.a.c., oppure due ballast dimmerabili, ed una “Luce Lunare”;
Pannello Frontale del controller per Acquario
illustrazione 2: Pannello di controllo Nemo Plus
quest'ultimo è un LED Blu ad alta luminosità, il quale simula la luce notturna; i ballast dimmerabili sono controllati tramite una tensione da 1-10V; lo scopo di questi dimmer, è quello di simulare la dinamicità luminosa del giorno.
Quindi per controllare l’illuminazione, non sarà necessario utilizzare tanti timer, che ingombrano e risultato poco pratici; inoltre il controller, consente di contare il numero di ore in cui la lampada è stata accesa, questo ci consentirà di tenere traccia dell'usura degli elementi d'illuminazione del nostro acquario.
La filosofia tipica dei controllers, è quella che deve essere l'acquario ad adattarsi al controller, mentre la filosofia di “Nemo Plus ” è praticamente l'opposto, infatti  esso introduce un nuovo tipo di uscite, dette ausiliarie “Aux ”; a queste è possibile assegnare una funzione differente da quella pre-assegnata, in questo modo sarà possibile modificare il funzionamento delle uscite secondo l'esigenza dell'acquario.
Controller per Acquario
Un'altra filosofia che è stata adottata è quella Plug&Play, infatti installare “Nemo Plus ”, il controller per acquario, non richiede nessuna competenza specifica, quindi, non è necessario un elettricista o installatore, pertanto un qualsiasi acquariofilo, può realizzare il suo acquario automatizzato, sarà solo necessario  inserire  qualche spina e qualche spinotto ed il controller sarà già funzionante con le impostazioni predefinite;  mentre per gli smanettoni, non servirà computer per impostare i parametri di “Nemo Plus”, .
infatti, grazie al menù molto intuitivo, essi potranno settare il controller secondo le proprie necessità. In seguito, descriviamo dettagliatamente tutte le funzionalità di questo dispositivo

Gestione Ora/Data
Il controller “Nemo Plus”, incorpora un modulo data/ora, che sfrutta come clock un quarzo molto preciso, inoltre gestisce l'applicazione automatica dell'ora legale.
Alla prima accensione, oppure se il controller è rimasto spento per molto tempo, sulla terza riga del display, comparirà l’allarme
Regolare Orologio!”, pertanto è necessario entrare nelle impostazioni e regolare l’ora e la data, come indicato di seguito:
 
Menù --> Orologio -->Regola Orario
“ hh:mm:ss ggg”

IL parametro lampeggiante, è modificabile tramite i tasti “Avanti/Indietro”, mentre la pressione del tasto “Enter ” causerà lo spostamento del cursore al parametro successivo, fine al salvataggio  dell’impostazione.
“hh”:   Ora attuale da 0 a 23
“mm”: sono i minuti attuali
“ ss ”: sono i secondi attuali
Impostato l'orario, verrà visualizzata automaticamente l'ora e la data, a questo punto, la pressione di un qualsiasi tasto, vi riporterà al sotto menù “Orologio ”.
L’orologio viene sempre visualizzato sulla 2° riga del display, oppure anche dal menù “Orologio”.
Mentre se si vuole visualizzare l'orologio, dobbiamo seguire i seguenti passi:
 
Menù --> Orologio -->  Ora Attuale
“ hh:mm:ss ggg”

In questo modo, vedrete l’ora ed il giorno sulla 4° riga del display.
Nel passo successivo, viene mostrato come modificare la data attuale:
 
Menù --> Orologio --> Imposta Data
“ gg/mm/aaaa”

“gg”  è il giorno del mese.
“mm” è il mese dell'anno;
“aaaa” è l'anno corrente.
Il parametro lampeggiante è modificabile tramite i tasti “Avanti/Indietro ”, mentre il tasto “Enter”, sposta al parametro successivo, fino al salvataggio dell'impostazione.
IL controller per acquario, ha anche la facoltà di applicare automaticamente l'ora legale o quella solare,  di seguito le indicazione per attivare questa funzione:
 
Menù --> Orologio --> Ora Legale
“ Attivata”

Tramite I tasti “Avanti/Indietro ”, è possibile scegliere, se attivare oppure disattivare il passaggio automatico, dell'orologio, tra ora legale o  solare.
 

Gestione Mangiatoia
La gestione dell’erogazione del mangime, è affidata ad una mangiatoia, che grazie ad una staffa
di sostegno, è possibile installarla facilmente.
Sul dispencer circolare, è anche presente una rotella, che consente di dosare il mangime.
La mangiatoia ed il controller
Illustrazione 3: Mangiatoia
 
Nemo Plus” comunicano tramite un cavo con plug rj45, innestato sul sul pannello posteriore del dispositivo; in caso di assenza di connessione tra questi, il controller  segnalerà
contemporaneamente due all’allarmi, “Batteria Assente” ed
Errore Mangiatoia!”; mentre se la boccola di emissione del dispencer non è posizionata ad ore 12, vedrete soltanto l’allarme “Errore Mangiatoia!”.
In questo caso, è necessario avviare un’erogazione manuale, al fine di far posizionare la boccola del dispositivo nella posizione corretta. Nel caso in cui, dovesse fallire un’erogazione,
Nemo Plus” segnalerà “Erogaz. Fallita->x!”, dove la “x”, rappresenta il numero di volte che l’erogazione non è stata eseguita.
Nel caso in cui, dovesse fallire un’erogazione, “Nemo Plus” segnalerà “Erogaz. Fallita->x!”, dove la “x”, rappresenta il numero di volte che l’erogazione non è stata eseguita.
La modalità di erogazione, è di tipo settimanale, quindi è possibile scegliere il giorno della settimana,( Lunedì a Domenica) e l’orario, in cui erogare il mangime.
Nel caso in cui, si volesse applicare la stessa erogazione per tutti i giorni, è possibile impostare
T.G.”, come giorno della settimana, in questo caso, l’erogazioni verranno eseguite tutti i giorni all’ora stabilita.
La regolazione della quantità di mangime la si può regolare anche tramite l'impostazione del numero dei “Cicli” di erogazione.
Quest’ultimi, si possono attivare con un  ritardo tra un ciclo ed un altro; Durante l'erogazione, è possibile controllare la pompa del filtro o Sump, infatti, sia prima che dopo, possiamo mantenere questo dispositivo spento, in questo modo eviteremo, che il cibo venga aspirato dal tracimatore o dalla pompa del filtro.
Il controllo della pompa del filtro o Sump, avviene tramite una presa a 220V.a.c posta sul pannello posteriore del controller, con la descrizione “Filtro/Sump ”.
Illustrazione 4: Presa Mangiatoia
Gestione Mangiatoia (continua)
Non è finita, il controller, al fine di evitare che il mangime s'impasti e/o intasi la boccola d'uscita della mangiatoia, esegue delle rotazioni in senso orario/antiorario (chiamato shake o mescolamento); quest'ultime vengono eseguite in un determinato intervallo pre-stabilito, tramite il sotto menù mangiatoia.
Di seguito indichiamo come impostare il  timer settimanale di erogazione mangime:
 
Menù --> Mangiatoia --> Erogazioni --> Timer  n
"Cicli:x hh:mm ggg”

Il parametro lampeggiate,  è modificabile tramite i tasti “Avanti/Indietro”, mentre il
tasto “Enter”, sposterà il cursore sul  parametro successivo, fino al salvataggio dell'impostazione, ricordandosi che la seguente sequenza “--:--” disattivano il timer di erogazione.
“Cicli x” : è il numero di dosi che la mangiatoia dovrà erogare .
"hh": ora in cui avviare i cicli di erogazione.
"mm": minuti in cui avviare i cicli di erogazione.
"ggg": giorno della settimana da Lun-Dom, oppure “T.G” (tutti i giorni), in cui erogare il mangime .
Mentre per impostare in minuti tra un ciclo ed un altro, procedere come segue: 
 
Menù --> Mangiatoia --> Intervallo Ciclo:
“ x Minuti”

Tramite i  “Avanti/Indietro” è possibile modificare il valore  fino a 20 Minuti, il tasto "Enter" conferma l'impostazione.
Per spegnere la pompa del filtro o Sump durante l'erogazione, bisogna eseguire i seguenti steps: 
 
Menù --> Mangiatoia --> Filtro/Sump :
“x Prima  / y Dopo”

Tramite i tasti “Avanti/Indietro”, è possibile modificare il valore "x" o “y”  fino a 99 Minuti, se questo parametro è impostato a “0” lo spegnimento non verrà eseguito; il tasto
“Enter” conferma l’inserimento.
“x”: sono i minuti in cui il filtro o la Sump, rimarrà spenta prima dell'erogazione mangime.
“y”: sono i minuti in cui il filtro o la Sump rimarrà spenta dopo l'erogazione del mangime.
Gestione Mangiatoia (continua)
Di seguito indichiamo come impostare la funzione di mescolamento del mangime, detto “Shake”:
Menù --> Mangiatoia --> Mescola Mangime
“Minuti: min Cicli:x ”

Il parametro lampeggiante è quello modificabile tramite i tasti “Avanti/Indietro”, premendo i tasto “Enter” si passa al parametro successivo fino al salvataggio dell'impostazione;  quest'ultima funzione eviterà che il mangime intaserà la boccola di erogazione della  mangiatoia. 
In definitiva, la mangiatoia ha un vano per 3 batteria ricaricabili di tipo
Ni-MH,  di dimensioni AAA; quest'ultime sono necessarie, per garantire l’erogazioni anche in caso di black-out, quindi, se l’unità centrale è completamente spenta, comunque verranno garantite l’emissione di cibo, senza alcune problema. 
Inoltre il controller “Nemo Plus”, provvederà alla ricarica degli accumulatori e contestualmente, controllerà se questi sono guasti, oppure assenti; in una di queste eventualità, verrà generato una segnalazione di allarme acustico/visivo, che indicherà con chiarezza, il tipo di anomalia che sussiste, come specificato di seguito;

--Batteria Assente!” in caso di batteria assente
--Batteria  Guasta!” in caso di batteria guasta
--Batteria in Ricarica!” durante la ricarica degli accumulatori

Nulla è stato lasciato al caso, poiché l'erogazione del mangime è un fattore importante, non ci possono essere compromessi; C'è da dire che la maggior parte dei controllers per acquari, anche quelli costosi e di alta fascia, non gestiscono nessuna mangiatoia, invece “Nemo Plus” è stato ideato per assolvere a questo compito con la massima efficienza.

Gestione Fotoperiodo
Per quanto concerne la gestione dell’illuminazione, Il nostro controller per acquario, può soddisfare le più articolate esigenze in termini di fotoperiodo spezzato o continuo.
illustrazione 5:
Prese Jack per
Ballast
Sul pannello posteriore, sono presenti 3 prese a 220V.a.c, con la descrizione
Lamp/Ballast 1”, “Lamp/Ballast 2” e “lamp.3/Aux 5”, con queste, è possibile controllare anche i moduli ballast di tipo dimmerabili, infatti in corrispondenza ad ogni presa a 220V.a.c., è presente un jack (di nome ballast/Led )in cui è disponibile un segnale variabile da 1-10 Volt, che ci consentirà di variare l'intensità luminosa, dei tubi fluorescenti o del led lunare, in relazione all'ora del giorno.
Di seguito, sono indicate le connessioni tipiche di un ballast dimmerabile ed il grafico che esprime l'intensità luminosa in funzione dell'ora del giorno; Per ogni elemento d’illuminazione, è possibile impostare la “Fascia”,
in cui l'illuminatore sarà acceso, inoltre per le uscite  “Lamp/Ballast x”, è possibile inserire l’orario del suo picco di  luminosità; quest’ultimo ha sei livelli d’impostazione.
Di seguito indichiamo come impostare la “Fascia Oraria” d’illuminazione delle lampade:
 
Menù --> Fotoperiodo --> Lamp/Ballast 1
“ ON hh:mm / OFF hh:mm”
“ Picco xxx L. |------|”
 
Gestione Fotoperiodo (continua)
Il parametro che lampeggia, è quello modificabile, tramite i tasti “Avanti/Indietro”, mentre il tasto “Enter”, sposta il cursore sul parametro successivo, fino al salvataggio nell’impostazione; c'è da notare che la sequenza di caratteri “--:--” disabilitano la fascia oraria.
“ON hh:mm”: rappresenta l’orario, in cui la lampada si accenderà.
“OFF  hh:mm”: rappresenta l’orario, in cui la lampada si spegnerà.
Picco xxx”: minuti dopo l'orario “ON”, in cui ci sarà il massimo livello di luminosità; mentre la luminosità comincerà a calare in corrispondenza dei minuti di picco e l'orario “OFF”.
Illustrazione 6: Connessione Ballast e Controller
L.|------| ”: è il massimo livello di picco, quest'ultimo è possibile settarlo in sei diversi modi.
Eseguita correttamente l'impostazione, l'intensità luminosa sarà in funzione dell'orario è scandita in 255 livelli.
Illustrazione 8: Effetto luce lunare accesa

Gestione Consumi
Alcuni tipi di lampade, dopo un  notevole numero di ore di utilizzo, variano la loro lunghezza d’onda, con la conseguenza, che non sono più efficaci al loro scopo, come ad esempio le lampada che emettono, U.V.A., U.V.B., etc.
Al fine di ottimizzare al massimo il sistema d'illuminazione, è stato inserito sul controller 
Nemo Plus”,  la funzione per contare le ore in cui ogni singola lampada è stata accesa, questo ci permetterà di conoscere il tempo di vita residuo di ogni elemento;
A tale scopo, è possibile inserire la durata per le uscite “Lampada-Blst x” o “Lampada 3”.
Un contatore disposto per ogni uscita, verrà incrementato per ogni ora in cui l'uscita è stata effettivamente attiva.
Raggiunto lo stesso numero di ore della durata della lampada, il controller “Nemo Plus”, tramite un avviso acustico/visivo, segnalerà: “Lampada n esaurita!” o
"Esaurita Lamp/Blst x!"; in questa eventualità, è consigliato sostituire l'elemento d'illuminazione esaurito. Per impostare la durata della lampada, è necessario eseguire i seguenti steps:
 
Menù --> Consumi --> Lampada-Blst x -->  Imposta Durata
“ Durata x”

Tramite i tasti ”Avanti/Indietro”, è possibile modificare la durata “x” con passi d'incremento da 100 ore, mentre premendo il tasto “Enter”, salveremo l'impostazione; è importante ricordare che, se tale valore viene lasciato a “0”,  il controllo di lampada esaurita non verrà eseguito.
Nel caso in cui, si vuole visualizzare la durata di una lampada, si può procedere come indicato di seguito:
 
Menù --> Consumi --> Lampada-Blst x -->  Mostra Consumi
“Accesa:        x Ore”
“ Durata:        y Ore”

Sulla 3° riga del Display, verrà visualizzato il valore "x", esso rappresenta le ore in cui la lampada è stata accesa, mentre sulla 4° Riga del Display, verrà visualizzato la durata “y” della lampada; premendo un qualsiasi tasto, il setup vi riporterà al sotto menù dei consumi.
In caso di sostituzione dell'elemento d'illuminazione, è necessario azzerare il contatore delle ore relativo alla lampada in questione; di seguito la procedura di reset:
 
Menù  --> Consumi --> Lampada-Blst x --> Azzeramento Consumo

Premendo il pulsante “Enter”, il contatore verrà azzerato, mentre se verranno premuti, uno dei pulsanti “Avanti/Indietro”, il setup vi riporterà al sotto menù “Consumi”, senza eseguire nessun azzeramento.
 

Gestione Climatizzazione
Per garantire la vita degli essere vegetali e quelli animali che popolano l’acquario, è necessario mantenere  la temperatura  entro certi limiti. A tale scopo, sono state utilizzate due sonda di temperatura, queste informano continuamente il controller, in merito la condizione termica,  sia  dell'acquario, che dell'ambiente circostante.
Il range di temperatura misurabile dal termometro è, -47° C ed i +50°C; il valore di temperatura, viene visualizzato, durante il normale funzionamento del controller, sulla 4° riga del display;
Il sistema di controllo della temperatura è di tipo continuo, quindi non appena questa raggiunge un valore fuori range, verrà attivato il riscaldamento oppure la refrigerazione;  nel caso in cui, queste azioni  non dovessero risultare sufficienti, verrà avviata una segnalazione d’allarme acustico e sonoro con la descrizione  “Temp. Alta --> x°C”, oppure
Temp. Bassa --> x°C”, in questo, verrà indicato il valore peggiore di temperatura che è stato raggiunto;
Illustrazione 9: Sonda T.Acquario
Di seguito è illustrato come modificare la soglia di attivazione del riscaldamento:
 
Menù  --> Climatizzazione --> Riscaldamento
“ Attiva  -->  x°C”

Tramite i tasti “Avanti/Indietro”, è possibile modificare il valore “x”, a passi da 0.1°C, mentre la pressione del tasto “Enter”, salverà l'impostazione.
E' importante far notare,  che il controller non eseguirà nessuna attivazione del riscaldamento se tale valore viene lasciato a “0”.
Per impostare la soglia di attivazione dell'elemento di refrigerazione si procede come segue:
Menù -->  Climatizzazione -->  Refrigerazione
“ Attiva  -->  x°C”

Per l’impostazione si procede come indicato per  la soglia del riscaldamento;
Gestione Climatizzazione (continua)
a questo punto indichiamo come impostare le soglie di attivazione degli allarmi:  
 
Menù --> Climatizzazione --> Allarme Temperatura
“ Mn x°C   Mx y°C”
Il parametro lampeggiante è modificabile a passi di 0.1°C,  tramite i pulsanti
Avanti/Indietro”; mentre  premendo il tasto “Enter”, il cursore si sposterà sul parametro successivo, fino al salvataggio dell'impostazione.  Anche in questo caso, c'è da considerare, che il controller non segnalerà nessun l'allarme, se la soglia minima e/o massima viene impostata a “0”;
“Mn x°C”:  è la soglia minima di  temperatura d’allarme, se la temperatura  scende oltre questo valore, il controller segnalerà l’allarme “Temp. Bassa --> x°C!”.
Illustrazione 10:Riscaldatore
Mx y°C”:   è la soglia massima di temperatura d’allarme, se la temperatura  raggiunge questo valore,  il controller segnalerà “Temp. Alta --> y°C!”.
In caso di sostituzione di una sonda di temperatura, è necessario impostare l'offset della sonda sul controller; per far ciò, dobbiamo procedere come:
 
Menù --> Climatizzazione --> Imposta Offset -->  Sonda Acqua
“ Offset x --> y°C”

Tramite i tasti “Avanti/Indietro” è possibile modificare il valore “x”, tra +99 a -99 centesimi di grado;  istantaneamente, vedremo che la temperatura misurata “y°C”, varierà in corrispondenza alla modifica dell’offset “x”; premendo il tasto “Enter”, l’offset impostato verrà salvato.
In caso di disconnessione della sonda con  il controller, gli attuatori di riscaldamento o di refrigerazione, verranno subito spenti, successivamente, verrà attivato l’allarme  acustico/sonoro
Sonda  Acqua  Disc.!”.
Tutti questi accorgimenti, rendono il controller per acquario “Nemo Plus”, perfetto per la gestione di acquari, che richiedono un controllo di temperatura accurato e sicuro.

Gestione PH Metria
Ogni animale acquatico, per vivere e svilupparsi, ha bisogno di uno specifico habitat; una delle caratteristiche principali di esso, è l’acidità o basicità dell’acqua, questo è misurabile tramite uno strumento chiamato PH metro.
La scala del PH, va da 0, soluzione acida, fino a  14, soluzione basica; mentre il valore PH 7, rappresenta una soluzione neutra.
La misura del PH, viene eseguita per mezzo di un elettrodo, che immerso in un liquido, produce ai suoi capi una differenza di potenziale, proporzionale al valore di PH del liquido stesso; se la tensione è positiva, la soluzione è acida, mentre se è negativa la soluzione è basica, ed infine se tale potenziale è nullo, la soluzione è neutra.
Purtroppo l’elettrodo, non si comporta sempre allo stesso modo, poiché a temperatura diversa da quella di 25°C, la sua risposta cambia in funzione della variazione di temperatura, inoltre la resistenza d’uscita dell’elettrodo è nell’ordine delle migliaia di MOhm.
Illustrazione 10:
Riscaldatore
Per ovviare a tutte queste problematiche tecniche, sia a livello software, che a quello hardware, sono state adottate diversi accorgimenti:
A livello hardware, è stato utilizzato un operazione di precisione, per uso specifico,  al fine da ottenere la massima risoluzione e precisione; inoltre, sono state inserite diverse capacità sul circuito ed un filtro PB di tipo “rc”, al fine da eliminare eventuali segnali RFI ed EMI, che la sonda potrebbe captare durante la misura.
A livello software, l’algoritmo di misura, è in grado di escludere eventuali segnali di disturbo, che solitamente possono essere presenti in prossimità di un acquario.
Questi due accorgimenti, rendono il sistema di misura molto affidabile e preciso. Il controller per acquario “Nemo Plus”, è in grado di misurare valori di PH tra 3 è 11.70, con risoluzione di circa 0.008 PH.
Considerato che gli elettrodi cambiano il loro comportamento al variare della temperatura, un algoritmo software, si preoccuperà di correggere continuamente,
Gestione PH metria (continua)
il valore della misura al variare della  temperatura dell’acqua (contesto della misura), questo sistema di correzione è noto come "ATC" (Automated Temperature Compensation).
Nella modalità normale di “Nemo Plus”, la misura del PH , viene visualizza sulla 4° riga del display, ma è anche possibile, visualizzarla continuamente dal menù.
Visualizzazione continua del PH dell’acqua:
 
Menù. --> PH metria --> Misura Attuale
“ x.xx PH”

Il valore “x.xx” rappresenta il valore della misura del PH dell’acqua.
La pressione di un qualsiasi tasto, vi riporterà al sotto menù “PH-metria”.
Quando l'utente sta utilizzando il menù relativo al PH metro, il controller non eseguirà l’uscita automatica dal menù, in caso di non utilizzo dello stesso.
Almeno ogni 30 Giorni, è consigliato eseguire il controllo e/o la taratura del PH metro, al fine di avere una misura sempre precisa.
Per la calibrazione, si possono usare 4 diversi campioni di buffer:
-- PH 4.000
-- PH 6.864
-- PH 7.000
-- PH 10.01
Illustrazione 12: Buffer
I valori sono riferiti alla temperatura della soluzione contenute sul buffer a 25 °C, poiché  il PH di queste soluzioni, cambia in funzione della temperatura, pertanto è necessario far conoscere  al controller la temperatura ambientale, al fine di fargli calcolare l’esatto valore di PH della soluzione presa in analisi, quindi per una corretta calibrazione del PH metro, è necessario lasciare per qualche ora ed in prossimità della sonda ambientale, i buffer di calibrazione.
Gestione PH metria (continua)
Esecuzione della taratura del PH metro:
 
Menù  --> PH metro --> Calibrazione --> Buffer 4.003@25°C
“ Misura  -->  xxx”

“xxx”: non è il PH della soluzione in esame, ma un valore di riferimento del controller; a questo punto dovremo attendere diversi minuti, affinché questo valore si stabilizzi; dopo la stabilizzazione della misura, è necessario premere il tasto “Enter”, in modo da salvare il dato, di conseguenza il controller segnalerà “Valore Acquisito”, premendo nuovamente il tasto “Enter” è possibile selezionare il secondo buffer, mentre se premiamo gli altri tasti, la calibrazione verrà annullata.
Selezione del secondo Buffer di calibrazione:
 
Calibrazione --> Buffer 6.864@25°C
“ Misura  -->  xxx”

Togliamo l’elettrodo dal buffer e lo sciacquiamo in un bicchiere pieno di acqua distillata; pulito bene, asciughiamo l’ampolla di vetro con delicatezza, tramite un tovagliolo di carta; questa operazione, è molto importante, poiché ci eviterà di sfalsare il valore di PH del prossimo buffer.

Illustrazione 13: Sonda Temp. Ambientale
Immergiamo l'elettrodo sul secondo buffer ed attendiamo affinché il valore “xxx” si stabilizzi; premendo il tasto enter “Enter”,
il controller ci chiederà se vogliamo salvare la calibrazione, per confermare possiamo premere “Enter”, mentre la pressione di uno dei tasti “Avanti/Indietro”, annullerà la calibrazione.
Una volta calibrato il PH metro, è possibile visualizzare il fattore di calibrazione:
 
Menù --> PH metro --> Mostra Cal/Factor 
“CF XX ErYYY TcZZ.Z ”

“CF XX”: è la risoluzione dello strumento; il valore tipico è 82-92, pertanto la risoluzione dello strumento sarà, CF XX /10000=Ris. PH, quindi risoluzione è 0,0082 PH fino a 0.0092 PH
“ErYYY”:  è il fattore di errore, il valore tipico di questo è 300-400.
“TcZZZ”: rappresenta la temperatura ambientale misurata durante la calibrazione.
Nel caso in cui, si dovesse riscontrare un fattore di calibrazione abbastanza diverso, si consiglia di sostituire i buffer e di ripetere la calibrazione.
Gestione PH metria (continua)
Dopo 30 giorni dalla calibrazione del PH metro, il controller  “Nemo Plus”, segnalerà l’allarme acustico/visivo “Tarare PH-Metro!”, pertanto è necessario calibrare lo strumento in questione.
A questo scopo, è possibile utilizzare una funzione del PH metro, che consente di calibrare lo strumento, utilizzando un solo buffer, questa funzione si chiama “Tuning Buffer”.
Di seguito indichiamo la procedura di calibrazione con un singolo Buffer:
 
Menù  --> PH metro --> Tuning Buffer --> Buffer 6.864@25°C
“offset x.xx -->  y.yy”

“x.xx”: rappresenta la differenza tra il valore misurato ed il valore reale del buffer
“y.yy”: è il valore reale del buffer.
Premendo il  tasto "Enter", il controller salverà il nuovo fattore di errore del PH metro, mentre se viene premuto uno dei tasti “Avanti/Indietro”, il tuning buffer verrà annullato.
Il PH metro presente sul controller, è in grado di attivare/disattivare un dispositivo per la riduzione del PH, come ad esempio la bombola CO2, lo skimmer, etc.., per adempiere a questo compito è necessario impostare le soglie di attivazione e di spegnimento del “Controllo PH ”, come indicato di seguito:
Menù  --> PH metro --> Controllo PH
“ON x.xx  / OFF y.yy”

Il valore lampeggiante è modificabile tramite i tasti “Avanti/Indietro”, mentre il tasto “Enter”, passa al parametro successivo, fino al salvataggio dell'impostazione.
Si ricordi, che il controller non attiverà il dispositivo di riduzione di PH, se una delle soglie è stata impostata a “0”.
ON x.xx”: è il valore in cui si attiverà il dispositivo di riduzione del PH dell'acquario
OFF y.yy”: è il valore di spegnimento del dispositivo di riduzione del PH dell'acquario.
Gestione PH metria (continua)
Il controller “Nemo Plus”,  grazie al preciso PH metro, vi allerterà con un all’allarme acustico/visivo, in caso di un fuori range del PH dell’acquario.
Il controller dell'acquario “Nemo Plus”, avvierà una segnalazione acustica/visiva nel caso in cui il valore di PH dell'acquario è fuori range, con la segnalazione di allarme “PH Basso --> x.xx”, nel caso in cui il valore è troppo basso, mentre “PH Alto->x.xx” se il valore è troppo alto; il valore “x.xx”, rappresenta il valore peggiore misurato.Di seguito indichiamo come impostare le soglie di allarme PH:
 
Menù --> PH metro --> Allarme PH
“ Min x.xx / Max y.yy”

Il parametro lampeggiante è modificabile, con incrementi di 0.1, tramite i tasti “Avanti/Indietro”, mentre la pressione del tasto “Enter”, sposterà  il cursore al parametro successivo, fino al salvataggio delle impostazioni.
Anche in questo caso, il controller non avvierà nessuna segnalazione per le soglie impostate a “0”.
Min x.xx”: è la soglia minima di PH dell'acquario: se il controller rileva un valore inferiore o uguale a questo, il controller visualizzerà il messaggio di errore “PH Basso->x.xx”.
Max y.yy”:  è la soglia massima di PH dell'acquario: se il controller rileva un valore superiore o uguale a questo, il controller  visualizzerà il messaggio di errore “PH Alto->x.xx
E' finita l'era dei tamponi colorati utilizzati per misurare, in modo molto approssimativo, il PH dell'acquario, e non solo, grazie al controllo automatico del PH, esso sarà sempre all'interno di un range da noi prestabilito

Gestione Areatore
In un acquario, non si può trascurare la presenza dell’areatore, cioè l’elemento che produce le bolle d’aria all'interno della vasca.
Per questa ragioni, è stata predisposta sul pannello posteriore controller, un’uscita a 220V.a.c; in questa presa è possibile collegare direttamente la spina di questo dispositivo. Ad ogni modo, tramite questa uscita, è possibile alimentare un qualsiasi dispositivo che necessità di attivarsi all’interno di una finestra temporale a fascia.
Di seguito viene illustrato come impostare la fascia di attivazione dell'areatore:
 
Menù --> Areatore --> Timer x
“ON hh:mm / OFF hh:mm”

Il parametro lampeggiante,  è modificabile
tramite i tasti “Avanti/Indietro”, mentre premendo il tasto “Enter”, il cursore si sposterà sul parametro successivo,  fino al salvataggio dell'impostazione.
E' importante notare, che il controller non attiverà l'uscita in questione, se sull'orario è presente la sequenza di caratteri “--:--”.
ON hh:mm:” Orario in cui l'areatore si attiverà.
OFF hh:mm”: Orario in cui l'areatore si spegnerà.
Illustrazione: un tipico areatore per acquario
 

 
Gestione Livelli
Un problema che è presenti in molti acquari, specialmente in quelli non coperti,  è l'evaporazione dell'acqua, questa infatti riesce ad evaporare con un fattore del 5% al giorno, cioè un acquario da 100 litri, in un solo giorno può arrivare a perdere anche 5 litri, praticamente, se qualcuno non provvederà a reintegrare l'acqua persa, dopo un mese, la vita all'interno dell'acquario sarà estinta a causa dell'assenza di acqua; questo non è l'unico dei problemi causati dell'evaporazione, infatti la riduzione dell'acqua, causerà anche la concentrazione di alcune sostanze dannose per i pesci.
Al fine di eliminare questi inconvenienti, è stato realizzato un sistema di gestione del livello, unico nel suo genere, il quale controllerà gli effettivi litri d'acqua contenuti sull'acquario, sull'eventuale “Sump” (vasca esterna per filtraggio acqua) ed del “Osmoregolare” (vasca con acqua osmotica).
Il controller “Nemo Plus” riceve l'informazione del livello, tramite due sonar  esterni; quest'ultimi vengono installati sulle vasche, per messo delle staffe.
Illustrazione 15: Sistema misuratore di livello Sonar "Nemo Radar"
 

 
Gestione Livelli (continua)
Illustrazione 14: Impianto idrico acquario e specifica delle soglie di livello
Gestione Livelli (Continua)
In pratica il sensore sonar, riesce a calcolare la misura del livello, grazie al tempo che impiega il suono a ritornare sul rilevatore RX, dopo l'emissione da parte del trasduttore TX; misurato questo tempo, il sensore calcolerà la distanza, in millimetri, che c'è tra l'acqua della vasca ed il  sensore stesso;  successivamente il controller dell'acquario, convertirà i millimetri in litri.
Il sistema di gestione del livello, può gestire un acquario con solo osmoregolare, oppure con Sump ed Osmoregolare, basta solo abilitare le vasche tramite il sotto menù “Gestione Livelli ”.
Abilitando le vasche, verrà visualizzato sulla 4° del display, il livello attuale di quest'ultime, inoltre per l'acquario, verrà visualizzato anche il fattore di evaporazione litri al giorno, “L/G”, questo valore è molto importante, poiché ci consentirà di stabilire l'autonomia del nostro osmoregolatore.
Al raggiungimento del limite minimo dell'acquario o della Sump (se presente),
Illustrazione 16: Sondo Sonar  livello Acquario
si attiverà un timer da 120 secondi, che verrà visualizzato sulla 4° riga del display, "Osmo->Attendere 120s", dopo questo tempo, si attiverà la pompa dell'osmoregolatore, la quale trasferirà l'acqua, sull'acquario, oppure sulla Sump se presente.
Durante la fase di upload, verrà visualizzato quanto litri stanno per essere trasferiti dall'osmoregolatore, verso le altre vasche, tramite l'indicazione“Osmo->Upload x.xL”, in cui
x.x” sono i litri ed i decimi di litro, effettivamente trasferiti.
C'è da notare, che il controller dell'acquario, porrà nello stato di pausa il processo di osmoregolazione, durante l'erogazione del mangime; in questo caso, l'utente sarà avvisato tramite il messaggio "Osmo->Mangiatoia".
Completato l'erogazione del mangime, il rabbocco dell'acqua si riattiverà nuovamente.
Non appena verrà raggiunto il livello normale delle vasche, l'upload terminerà, visualizzando
"Osmo->Completato".
A questo punto, alla capacità attuale dell'osmoregolatore, verranno sottratti i litri trasferiti durante il processo di osmoregolazione; inoltre verrà calcolato il fattore di evaporazione dell'aquario
L\G”.
Gestione Livelli (continua)
Nel caso in cui, si dovesse presentare un black-out, in concomitanza dell'osmoregolazione, Il controller riprenderà il processo dal punto in cui è stato interrotto, non appena verrà ripristinata l'alimentazione elettrica.
Il controller dell'acquario “Nemo Plus”, durante le varie fasi di trasferimento dell'acqua, controllerà se effettivamente le pompe stanno funzionando correttamente, in caso contrario, il controller per acquario visualizzerà il messaggio di errore  "Osmo->Err Pompa Sump" o
"Osmo->Err Pompa Osmo". In caso di anomalia, in uno dei sensori sonar,   in fase di osmoregolazione, il controller segnalerà "Osmo->Err Sonar".
Infine se durante il trasferimento dell'acqua, viene raggiunto il livello massimo sull'acquario, verrà segnalato l'errore
"Osmo->Err Max Acquar".
Illustrazione 17: Sensore
Sonar Sump
Tutti i messaggi appena elencati, verranno accompagnati da un altro messaggio di errore, "Rabbocco Fallito!", questo verrà visualizzato sulla 3° riga del display.
Il sistema di gestione di livello, integra altre funzioni, come il controllo del corretto funzionamento del tracimatore, infatti nel caso in cui si dovesse attivare la soglia del livello massimo  dell'acquario, il controller
Nemo plus”, spegnerà la pompa della Sump,  e visualizzerà sulla 4° riga del display
"Check->Tracimatore..": se entro un certo tempo il livello non ritornerà al
livello normale, si attiverà l'allarme
"Errore Tracimatore!", questo verrà visualizzato sulla 3° riga del display, inoltre il controller manterrà la pompa della Sump spenta, finché il livello non ritornerà al livello normale.
Infine è possibile indicare al controller
Nemo Plus” a quale livello della Sump, spegnere  la sua pompa.
Tutti questi accorgimenti rendono il controller di gestione del livello molto affidabile e preciso ed unico nel suo genere, infatti  nessun controller per acquari, anche i più sofisticati e molto costosi, non integrano un sistema di gestione di livello cosi efficiente, preciso ed innovativo.
Illustrazione 19: Allestimento Sump
Gestione Livelli (continua)
Nonostante il sistema di gestione del livello, sia abbastanza articolato, lo stesso non si può dire per il menù della “Gestione Livelli”, infatti esso è veramente intuitivo, semplice e lineare.
Di seguito indichiamo come abilitare il sensore di una delle 3 vasche:
 
Menù --> Gestione Livelli --> "tipo vasca" -->  Abilita Sensore
                "Attiva"

tramite i tasti “Avanti/Indietro” è possibile attivare o disattivare la vasca, mentre la pressione de tasto “Enter ” salverà l'impostazione.
Solo sull'osmoregolatore è possibile indicare la quantità di acqua che esso contiene; di seguito le istruzione per impostare tale capacità:
 
Menù --> Gestione Livelli -->  Osmoregolatore --> Reimposta Capacita'
“xxx Litri ”

Tramite i tasti “Avanti/Indietro”, è possibile impostare la quantità dei litri “xxx” da 0 a 999, il tasto “Enter” salva l'impostazione.
E' importante ricordare, che questo valore, verrà ridotto automaticamente ad ogni osmoregolazione.
Una volta che i sensori sono stati posizionati sulle rispettive vasche, è necessario effettuare la loro calibrazione, di seguito la procedura:
 
Menù --> Gestione Livelli --> "tipo vasca" --> Calibrazione
“Litri Attuali”
“Litri xxx  (yyy)”

Tramite i tasti “Avanti/Indietro”, è possibile impostare  il valore “xxx”, il quale rappresenta il valore dei litri attuali della vasca; invece il valore “yyy”, indica la distanza in millimetri tra il sonar e l'acqua della vasca; premendo il tasto “Enter”, si conferma la quantità di litri attuali e si passa alla seconda fase, in cui sarà necessario, aggiungere il 10% circa d'acqua:
 
“Aggiungi Acqua”
“Litri xxx  (yyy)”

Inserita l'acqua sulla vasca, tramite i tasti “Avanti/Indietro”, è importante indicare quanti litri che abbiamo aggiunto,  premendo il tasto “Enter”, confermiamo i litri che sono stati aggiunti; premendo nuovamente "Enter", viene salvata la calibrazione, mentre la pressione dei tasti
Avanti/Indietro”, annullerà la calibrazione.
Gestione Livelli (continua)
La misura del livello della vasca, oltre ad essere visualizzata sulla 4° riga durante il normale funzionamento, è anche possibile visualizzarla continuamente, per far ciò, è necessario eseguire i seguenti steps:
 
Menù --> Gestione Livelli --> "tipo vasca" --> Mostra Livello
“Litri 999.9 ”

La pressione  di un qualsiasi tasto, riporterà al menù precedente.
Il controller, gestisce i livelli delle vasche, tenendo in considerazione le seguenti soglie:
-- Soglia minima           “L”
-- Soglia normale         “N”
-- Soglia massima        “H”
Di seguito indichiamo come impostare le soglie, per le rispettive vasche:
 
Menù --> Gestione Livelli --> "tipo vasca" --> Imposta Allarme
“Lxxx.x Hyyy.y Nzzz.z”

Il parametro lampeggiante è modificabile tramite i tasti “Avanti/Indietro”, inoltre se uno di questi viene tenuto premuto, il valore varierà velocemente; la pressione del tasto “Select”, imposterà la soglia. con il livello  attualmente misurato dal sonar; infine il tasto “Enter”, sposterà il cursore al parametro successivo, fino al salvataggio dell'impostazione.
E' importante ricordare che, il controller ignorerà le soglie che sono impostate a “0”, di conseguenza non verrà avviato il processo di l'osmoregolazione, anche le segnalazioni di allarme non verranno segnalate per le soglie cosi impostate.
 
“Lxxx.x”:   è il livello minimo di allarme, se  il livello dell'acquario o della Sump,  raggiunge questo valore, verrà attivato il processo di osmoregolazione; nel caso in cui l'osmoregolatore non è presente oppure non contiene acqua, verrà visualizzata la segnalazione di allarme sulla 3° riga del display "LV. Min Sump->000.0" e/o "LV. Min Acq->000.0" e/o
"LV. Min Osmo->000.0".
 
Hyyy.y”: è il livello dei litri ritenuto massimo, infatti se la vasca dell'acquario  raggiungerà questa soglia, verrà controllato il funzionamento del tracimatore e di conseguenza, verrà spenta la pompa della Sump; Nel caso in cui la Sump non è presente, verrà visualizzato il messaggio di errore "LV. Max Acq.->999.9"; nel caso in cui, tale  soglia, viene raggiunta dalla Sump, verrà visualizzato il messaggio di errore "LV. Max Sump->999.9".
 
Nzzz.z”:  questa è la soglia di livello che ogni vasca dovrebbe avere durante il normale funzionamento, cioè quando la pompa della Sump è attiva;
Questa soglia è importante per il processo di osmoregolazione, poiché il controller per acquario, considererà ultimata l'osmoregolazione, non appena tutte le vasche hanno raggiunto tale soglia.
Gestione Livelli (continua)
Come accennato in precedenza, è possibile spegnere la pompa della Sump, non appena quest'ultima raggiunge un determinato livello; di seguito la procedura per impostare tale funzione:
 
Menù --> Gestione Livelli --> Sump --> Livello Sump Off
“Litri xxx.x”

Tramite i tasti “Avanti/Indietro ”, è possibile modificare il valore, inoltre se uno di questi tasti, viene tenuto premuto, il  valore varierà velocemente; la pressione del tasto “Select ” imposterà la soglia, con il livello attualmente misurato dal sonar; infine la pressione del tasto “Enter ”, salverà l'impostazione.
Anche in questo caso, se tale soglie viene impostata a “0”, il controller non spegnerà la pompa della Sump, nel caso in cui, il livello di questa è troppo basso.
La pompa della Sump, viene disattivata anche se uno dei due sensori sonar si di-sconnette, oppure se uno di questi, rileva  interferenze acustiche a 60Khz, cosa molto improbabile, ma considerata come possibilità; La pompa della Sump, verrà rimessa in funzione automaticamente, non appena la condizione di anomalia non è più presente.
In fase d'installazione del sensore sonar, c'è da tener presente, che questo, deve stare almeno a 3 cm sopra del livello massimo che si vuole misurare (n.b. è distanza minima tra l'acqua ed il sonar), infatti nel caso in cui, l'acqua dista a meno di 3 cm dal sensore, il controller considererà tale condizione, come la presenza di uno ostacolo; di conseguenza, sulla 3° riga del display, verrà visualizzato il messaggio “Sonar Acq. Ostacolo” e/o “Sonar Sump Ostacolo”.
Quando il controller rileverà uno ostacolo sul sensore sonar dell'acquario, verrà spenta la pompa della Sump, se presente.
Approfittiamo per fare alcune note in merito l'installazione del sensore sonar:
Il sensore, deve essere parallelo rispetto al livello dell'acqua della vasca; una eventuale inclinazione, potrebbe causare misure non veritiere.
Distanza tra le pareti laterali della vasca ed il sensore: per esempio, se il livello che vogliamo misurare, ha un'escursione  di 10 cm, il sensore deve stare ad almeno 5 cm dalle pareti; mentre se il livello ha un'escursione di 40 cm, la distanza tra pareti ed il sensore deve essere di 10 cm. Ad ogni modo,  è preferibile verificare il funzionamento del sensore, per tutta l'escursione del livello che vogliamo misurare.
La distanza massima misurabile dal sensore sonar è di 100 cm, quindi distante superiori a questa daranno seguito alla segnalazione “Sonar Acq. No Echo” e/o “Sonar Sump No Echo”.
Una volta soddisfatto questi criteri d'installazione, possiamo essere certi, che il nostro acquario, ha un  efficiente sistema di  controllo dei livelli, unico nel suo genere, infatti controllers per acquari, anche i più sofisticati e costosi, non riescono a misurare l'effettiva quantità di acqua presente sulle vasche,  per non parlare dell'acqua che giornalmente  queste disperdono.

Gestione Aux
Un obiettivo che si è tenuto sempre in considerazione, è stato quello di rendere il dispositivo molto flessibile e non rigido, come la maggior parte dei controllers disponibili in commercio;
in pratica ad alcune uscite,  è stato assegnato un  compito specifico che può essere cambiato;  queste uscite vengono dette “Aux”, cioè ausiliarie, a queste è possibile assegnare un compito diverso da quello predefinito, tramite il sotto menù
Gestione Aux”. Queste uscite reimpostabili, sono identificabili sul pannello posteriore tramite la descrizione:
-- Refrig./Aux1
-- Areatore/Aux2
-- Osmor./Aux3
-- PH Reg/Aux4
-- Lamp.3/Aux5
Illustrazione 20: Prese Aux
Come si può notare, queste uscite hanno un compito già predefinito, che però può essere cambiato, tramite l'assegnazione di una delle seguenti funzioni:
Illustrazione 21: Prese Aux
-- Livello Sump
-- Livello Acquario
-- Temperatura. Ambiente
-- Temperatura. Acquario
-- Misura PH
-- Evento di Sistema
-- Fascia Temporale
Inoltre una singola “Aux” è assegnabile a più funzioni di attivazione/disattivazione.
 
 
Gestione Aux (continue)
E' importante notare, che assegnando all'uscita ausiliaria, una delle funzioni appena elencate, essa automaticamente, verrà dissociata da quella predefinita e viceversa; infatti, se impostiamo la funzione predefinita all'uscita, questa verrà dissociata da quella ausiliaria.
La flessibilità  che possiede il controller
Nemo Plus”, è in grado di soddisfare le più svariate esigenze che si possono presentare all'acquariofilo, come ad esempio avviare il cambio d'acqua parziale una volta al mese, inviare una segnalazione remota a seguito di un evento di allarme specifico etc; in seguito, vedremo nel dettaglio, ogni singola funzione, che si può associare ad ogni uscita.
Per assegnare la funzione di attivazione, in relazione alla misura del livello della Sump ad una uscita “Aux n”, è necessario procedere come segue:
 
Menù --> Gestione Aux --> Livello Sump  -->  Impostazione x --> Aux n.

Oppure in relazione alla misura del livello dell'acquario:
 
Menù --> Gestione Aux --> Livello Acquario -->  Impostazione x --> Aux n
 
“ON x.x / OFF y.y ”

 
Il parametro lampeggiante è modificabile tramite i tasti “Avanti/Indietro”, tenendo premuto uno di questi tasti il valore s'incrementerà o decrementerà velocemente, mentre la pressione del tasto “Enter”, sposta il cursore sul parametro successivo fino al salvataggio dell'impostazione.
C'è da ricordare, che il controller non eseguirà alcuna attivazione, nel caso in cui le soglie sono impostate a “0”.
ON x.x”: è la misura del livello in cui l'uscita “Aux n” si dovrà attivare.
OFF x.x”: è la misura del livello in cui l'uscita “Aux n” si dovrà disattivare.
Nel caso in cui, volessimo assegnare ad una uscita, la funzione di attivazione/disattivazione in relazione alla misura di temperatura, possiamo procedere come indicato in seguito:
 
Menù ? Gestione Aux --> Temperat. Ambiente  -->  Impostazione x --> Aux n;  

Oppure in relazione alla temperatura dell'acquario:
 
Menù ? Gestione Aux --> Temperat. Ambiente   -->  Impostazione x --> Aux n;

 
“ON x.x / OFF y.y”

 
L'impostazione va eseguita come indicato prima per il livello, però va considerato che:
ON x.x”: è la misura di temperatura in cui l'uscita “Aux n” si dovrà attivare.
OFF x.x”: è la misura di temperatura in cui l'uscita “Aux n” si dovrà disattivare.
Mentre per attivare un'uscita “Aux n”, in funzione della misura del PH dell'acquario, è necessario fare i seguenti steps:
 
Menù --> Gestione Aux --> Livello Sump  -->  Impostazione x --> Aux n;
"ON x.x / OFF y.y"

L'impostazione va eseguita come per il livello dell'acqua, però va considerato che:
ON x.x ”: è il valore di PH, per la quale verrà attivata l'uscita.
OFF x.x”: è il valore di PH, per la quale verrà disattivata l'uscita.
Gestione Aux (continua)
In alcune circostanze, può essere utile, essere allertati in presenza di una particolare anomalia, che è stata rilevata dal controller.
A tal fine, è possibile attivare una uscita, in base ad un evento di allarme specifico, di seguito viene indicata la procedura d'impostazione di tale funzione:
 
Menù --> Gestione Aux --> Evento di Sistema  -->  Impostazione x --> Aux n
--------------------

Il trattino lampeggiante è quello modificabile tramite i tasti “Avanti/Indietro”, premendo il tasto “Enter”, si passa al trattino successivo fino al salvataggio dell'impostazione;
“–”: è un valore alfanumerico che va dal numero “1” fino alla lettera “W”, pertanto sono disponibili 34 eventi diversi, di seguito la lista degli eventi di allarmi selezionabili:per ogni impostazione, è possibile inserire fino ad un massimo, di 20 eventi diversi; in presenza dell'evento di allarme, l'uscita  “Aux n ” rimarrà attiva, fino a quando l'anomalia sarà presente, e si spegnerà, non appena l'allarme sarà cessato.
L'Uscita “Aux n ” a 220 V.a.c. può alimentare un attuatore, il quale a sua volta, può avviare un  avvisatore cellulare GSM, quest'ultimo, inoltrerà i messaggi di allerta, al cellulare remoto.
-- PH Basso                     
-- PH Alto                           
-- Temperatura Bassa      
-- Temperatura Alta           
-- Regolare Orologio         
-- Batteria Guasta             
-- Batteria in Ricarica         
-- Erogazione Fallita           
-- Lampada 1 Esaurita      
-- Lampada 2 Esaurita       
-- Lampada 3 Esaurita       
-- Batteria Guasta              
-- Errore Mangiatoia        
-- Temp. Acq. Disc.      
-- Temp. Ambiente Disc.      
-- Calibrare PH Metro             
-- Mancata 220V.a.c               
-- Livello Sump Basso               
-- Livello Sump Altro             
-- Livello Osmoregol.               
-- Livello Acquar. Basso              
-- Livello Acquar. Altro              
-- Rabbocco Fallito             
-- Shake Mang.  Fallito             
-- Sonar Acq. Discon.               
-- Sonar Acq. Ostacolo                
-- Sonar Acq. No Echo               
-- Sonar Acq. Rumore                
-- Sonar Sump Discon.               
-- Sonar Sump ostacolo               
-- Sonar Sump No echo               
-- Sonar Sump Rumore               
-- Errore Tracimatore               
-- Mangiatoia Disabil.             
-->Evento 1
-->Evento 2
-->Evento 3
-->Evento 4
-->Evento 5
-->Evento 6
-->Evento 7
-->Evento 8
-->Evento 9
-->Evento A
-->Evento B
-->Evento C
-->Evento D
-->Evento E
-->Evento F
-->Evento G
-->Evento H
-->Evento I
-->Evento J
-->Evento K
-->Evento L
-->Evento M
-->Evento N
-->Evento O
-->Evento P
-->Evento Q
-->Evento R
-->Evento S
-->Evento T
-->Evento U
-->Evento Z
-->Evento V
-->Evento Y
-->Evento W
 
Gestione Aux (continua)
Infine, non poteva mancare la funzione timer, che nel nostro caso, viene chiamata
Fascia Temporale”; questa consente di attivare/disattivare un'uscita, in una determinata data, e/o giorno della settimana, e/o ora, e/o minuti e/o secondi,
Per assegnare questa funzione ad una uscita ausiliaria “Aux n”, bisogna eseguire i seguenti steps:
 
Menù --> Gestione Aux --> Fascia Temporale  -->  Impostazione x --> Aux n
“ hh:mm:ss T-G  gg/ MM / aa” 
“ hh:mm:ss T-G  gg/ MM / aa”

Il parametro lampeggiante è modificabile tramite i tasti “Avanti/indietro”, mentre il tasto
“Enter”, sposta il cursore sul parametro successivo, fino al salvataggio dell'impostazione.
Sulla 3° riga, va impostato il momento di attivazione dell'uscita ausiliaria “Aux n”, mentre sulla 4° riga, va inserito il momento dello spegnimento dell'uscita ausiliaria “Aux n”.
C'è da ricordare, che il parametro impostato con il trattino “-”, verrà ignorato dal controller, cioè, quel parametro sarà considerato sempre soddisfatto per qualsiasi data e ora.
“hh”: è l'ora in cui attivare/disattivare l'uscita
“mm”: sono i minuti in cui attivare o disattivare l'uscita
“ss”: sono secondi in cui attivare o disattivare l'uscita
“T-G”: è il giorno della settimana, da Lunedì a Domenica oppure tutti giorni (T-G),  in cui attivare o disattivare l'uscita
“gg”: è il giorno del mese in cui attivare o disattivare l'uscita
“MM”: è il mese dell'anno in cui attivare o disattivare l'uscita
“aa”: è l'anno in cui attivare o disattivare l'uscita.
Si fa presente che un'uscita  “Aux n”, è possibile associarla a più timer a Fascia Temporale.
Questo tipo di timer a fascia, garantisce massima flessibilità, soddisfacendo qualsiasi tipo di esigenza, in termine di attivazione in funzione del tempo.
Gestione Aux (Continue)
 
Nel caso in cui, si vuole conoscere, quale uscita è  stata assegnata ad una determinata funzione, è necessario eseguire i seguenti steps:
 
Menù --> Gestione Aux --> (tipo funzione) -->  Impostazione x -> "Aux n"

Scorrendo tramite il menù di selezione delle uscite ausiliarie, sarà visibile per una singola uscita, una freccia che scorre da sinistra verso  destra, con lo scopo di indicare, che tale uscite è stata associata all'impostazione della funzione corrente corrente.
Nel caso in cui, vogliamo dissociare un'uscita ad una determinata funzione, bisognerà eseguire i seguenti steps:
 
Menù --> Gestione Aux --> (tipo funzione) -->  Impostazione x --> Disabilità.

Con al pressione del tasto “Enter ”, verrà dissociata l'uscita ausiliaria “Aux n ”, all'impostazione corrente.
C'è da tenere in considerazione, che se viene reimpostata la funzione predefinita dell'uscita ausiliaria, quest'ultima verrà automaticamente dissociata alla funzione assegnata, tramite il sotto menù “Gestione Aux”, quindi questa uscita non funzionerà in modalità ausiliaria, ma predefinita.
Generalmente, i controllers per acquario, gestiscono le loro uscite, utilizzando una delle due modalità, predefinito oppure ausiliarie; nel caso del controller “Nemo plus”, non è così, infatti esso incorpora entrambi le modalità, in questo modo è possibile sfruttare i benefici di queste due modalità di gestione delle uscite, garantendo flessibilità e versatilità del controller.

Controllo Manuale
Il controller “Nemo Plus”, oltre a gestire tutti i dispositivi con assoluta autonomia, consente  all'utente, tramite i comandi manuali, l'attivazione o disattivazione dei vari componenti dell'acquario; a tal fine, è stato predisposto un pulsante sul pannello frontale, con la descrizione “Select”, infatti, premendo questo tasto, quando il menù principale non è attivo,
entreremo nel menù per il controllo di alcune funzioni, premendo ulteriormente questo tasto, scorreremo tutte le varie funzioni come indicato di seguito:
-- Refrig./Aux1 ON?
-- Areatore/Aux2 ON?
-- Osmor./Aux3 ON?
-- PH Reg/Aux4 ON?
-- Lamp.3/Aux5 ON?
-- Lamp-blst 2 |--------|
-- Lamp-blst 1 |--------|
-- Riscaldamento ON?
-- Filtro/Sump ON?
-- Eroga Mangime ?
-- Tacita Allarme?
-- Resetta Eventi?
-- Ripristina Allarme?
-- Rabbocco Acqua?
-- Rabbocco In Corso..
-- Erogaz. in Corso...
-- Erogaz. Attendere..
Si fa presente, che il controller non visualizzerà le funzione che non risultano impostare.
Per cambiare lo stato del dispositivo è necessario premere il tasto “Enter”, mentre con i tasti
Avanti/Indietro”, è possibile variare il livello d'intensità luminosa delle lampade fluorescenti collegate al ballast dimmerabile, oppure   modificare l'intensità luminosa del LED relativo alla luce lunare.
C'è da dire, che se viene avviata l'erogazione del mangime, la pompa della Sump, se presente, verrà tenuta spenta prima e dopo l'erogazione del mangime.
Ad ogni modo, il controller per acquario “Nemo Plus”, valuterà, se la richiesta dell'utente di attivazione o di disattivazione è applicabile, in caso negativo, la richiesta verrà ignorata; questo principio di funzionamento è necessario, poiché a seguito di azionamenti poco consono, potrebbero mettere a rischio la vita degli essere acquatici; Infatti, una richiesta di attivazione del riscaldamento dell'acquario, non verrà eseguita, se la temperatura di esso, ha già raggiunto il valore corretto.
Il controller “Nemo Plus”, sarà sempre vigile, perché una eventuale distrazione, come quella indicata in precedenza, può causare seri problemi agli animali acquatici.

Setup Predefinito
Anche il controller “Nemo Plus”, sfrutta il concetto “Plug&Play”,  infatti, esso è facile da installare, anche per coloro che non sono molto pratici con la tecnologia; questo è stato reso possibile, grazie alla funzione
Setup Predefinito”, la quale imposterà automaticamente il controller, in una delle due tipiche modalità: Acquario di tipo “Dolce” o “Marino”.
Per impostare il nostro controller con i parametri predefiniti, per la gestione di un acquario di tipo “Marino”, è necessario eseguire i seguenti steps:
 
Menù --> Setup Predefinito -->  Acquario Marino

Premendo il tasto “Enter”, il controller verrà impostato automaticamente per gestire un acquario di tipo “Marino”,  mentre per annullare l'applicazione delle impostazioni di default, è necessario premere uno dei tasti "Avanti/Indietro".
Nel caso in cui, si  vuole impostare il controller, con i parametri predefiniti per la gestione di un acquario di tipo “Dolce”, è necessario eseguire i seguenti steps:
 
Menù --> Setup Predefinito --> Acquario Dolce.

Per applicare queste impostazioni, è necessario fare gli stessi step come indicato in precedenza per l'acquario di tipo “Marino”.
E' importante considerare, che il setup predefinito, non interessa le impostazione relative alla
Gestione Livelli” e  “Gestione Aux”, poiché nono sono previste impostazioni pre-assegnate per queste due categorie, inoltre l'applicazione delle impostazioni predefinite, tranne per la dissociazione delle uscite ausiliarie “Aux n”, non modifica nessuna delle loro impostazioni.
Grazie a questo tipo di setup automatizzato, l'installazione del controller “Nemo Plus”, può essere eseguita da chiunque, poiché è solo necessario  collegare qualche spina  e qualche spinotto ed il gioco è fatto; praticamente più semplice di collegare una serie di timer, galleggianti, etc.., con un ingombro quasi inesistente, poiché  il controller misura appena 20x18x6 cm.
Setup Predefinito (continua)

Gestione Allarmi
Come già accennato in precedenza, il controller “Nemo Plus”, ha un efficiente ed articolato sistema di segnalazione degli allarmi, con il il fine d’informare l’acquariofilo, solo in caso di effettiva necessità, riducendo ai minimi termini le sue operazioni di controllo e manutenzione.
Il controller dell'acquario, in presenza di un evento di allarme, avvierà un segnalazione acustica accompagnata da una descrizione visualizzata sulla 3° riga del display.
Una volta individuata l’anomalia,  è possibile tacitare l’allarme sonoro; infatti in presenza di un allarme, premendo alcune volte il tasto “Select”, verrà visualizzato il testo “Tacita Allarme?”, premendo il tasto “Enter”, il buzzer cesserà di suonare, mentre il testo che descrive l’allarme, verrà visualizzato,  fino a quando l’anomalia non è è più pendente.
Nel caso in cui, si dovesse presentare un problema diverso da quello precedente, il buzzer si riattiverà nuovamente, e sulla 3° riga verranno alternate le descrizioni di tutti gli allarmi.
Un'anomalia, che in precedenza è stata tacitata, ma che non è più pendente, è necessario riattivare la sua segnalazione sonora: in questo modo, nel caso in cui, essa si dovesse ripresentare, verrà attivata nuovamente la segnalazione sonora.
Di seguito la procedura per ripristinare la segnalazione sonora degli eventi di allarme:
Premente il tasto “Select”, affinché compare la voce “Ripristina Allarme?”, per confermare, premere “Enter”.
C'è da considerare, che la descrizione “Ripristina Allarme ?”, viene visualizzata solo se non ci sono nuovi allarme e se sono presenti eventi di allarme che in precedenza erano stati tacitati ed attualmente non sono più pendenti, quindi eventualmente è necessario ripetere più volte la procedura di tacitazione degli allarmi..
Ad ogni modo il controller, dopo 24 ore, riattiverà la segnalazione sonora di tutti gli allarmi.
Il controller per acquario, gestisce due tipologie di allarmi; il primo tipo di allarme ,si auto ripristina, non appena l'anomalia non è più presente; di seguito vengono indicati, gli eventi che fanno parte del primo tipo:
-- Sonda Acqua Disc.!
-- Sonda Ambiente Disc!
-- Sonar Acq. Discon.!
-- Sonar Acq. Ostacolo!
-- Sonar Acq. No Echo!
-- Sonar Acq. Rumore!
-- Sonar Sump Discon.!
-- Sonar Sump Ostacolo!
-- Sonar Sump No Echo!
-- Sonar Sump Rumore!
-- Errore Tracimatore!
-- Batteria Guasta!
-- Batteria in Carica!
-- Batteria Assente!
-- Mangiatoia Spenta!
-- Errore Mangiatoia!
 
 
Gestione Allarmi (continua)
Invece di seguito, vengono indicati gli eventi relativi al secondo tipo, cioè tutti quelli che rimangono in memoria, anche se non più pendenti:
-- PH Basso --> valore!
-- PH Alto --> valore!
-- Temp. Bassa --> valore!
-- Temp. Alta --> valore!
-- Mancata 220Vac --> volte!
-- LEV. Min Sump --> valore!
-- LEV Max Sump --> valore!
-- LEV. Min Osmo --> valore!
-- LEV. Min Acq. --> valore!
-- LEV. Max Acq. --> valore!
-- Erogaz Fallite --> volte!
-- Errore Mescolamento!
-- Regola Orologio!
-- Esaurita Lamp/Blst 1!
-- Esaurita Lamp/Blst 2!
-- Esaurita Lampada 3!
-- Tarare PH-Metro!
-- Rabbocco Fallito!
Quest'ultimi sono importanti per conoscere cos'è accaduto in nostra assenza.
Gli allarmi relativi alle misure, saranno indicate con il valore peggiore raggiunto, mentre il dato "volte" indicherà, quante volte quell'evento si è manifestato.
Premendo alcune volte il pulsante "Select", verrà visualizzato,"Resetta Eventi?", o “Tacita Allarme?”,  premendo il tasto “Enter”, la memoria “Eventi ” verrà cancellata solo se, l'evento di allarme è effettivamente cessato.
In assenza di allarmi, sulla terza riga del display verrà visualizzato www.teckHat.com.

Altre Impostazioni
In fase di sviluppo di questo controller per acquario, si è cercato di considerare anche altri fattori, come ad esempio, la possibilità di poter regolare il volume del buzzer, oppure avere la possibilità di abilitare l’allarme sonoro, solo durante una data “Fascia Oraria”; grazie a quest'ultima funzione, il controller non disturberà tramite la sua segnalazione acustica, in data fascia oraria, come ad esempio in quella notturne.
L'impostazione del volume del buzzer, va eseguita come indicato di seguito:
 
Menù --> Altri Settaggi  --> Volume Buzzer
“| - - - - - -|”

Tramite i tasti “Avanti/Indietro”, sarà possibile variare il livello del volume, premendo il pulsante “Enter”, l’impostazione verrà salvata;
Per impostare la fascia oraria della segnalazione acustica del nostro controller, è necessario eseguire i seguenti steps:
Menù --> Altri Settaggi  --> Allarme Buzzer
“ON hh:mm / OFF hh:mm”

Il parametro lampeggiante, è modificabile tramite i tasti “Avanti/Indietro”, mentre premendo il tasto “Enter”, il cursore si sposterà sul parametro successivo, fino al salvataggio della fascia oraria.
ON hh:mm”: da quest’ora, il  buzzer  suonerà n presenza di un allarme.
OFF hh:mm”: da quest’ora, in caso allarme, avremo solo la visualizzazione sul display, e nessuna segnalazione acustica.
Per disabilitare questa funzione, impostare gli orari come indicato sotto:
ON --:-- / OFF --:--
In questo modo, in caso di un allarme,  il buzzer si attiverà sempre.

Installazione di "Nemo Plus"
Di  seguito, vengono descritti i dettagli, per la realizzazione di un acquario di tipo “Dolce”; ad ogni modo, il controller “Nemo Plus”, è assolutamente applicabile su qualsiasi tipologia di acquario.
L'acquario utilizzato, ha una capacità di 70 litri, esso è di tipo chiuso, quindi ha un basso coefficiente di evaporazione; nello stesso, sono stati praticati due fori: uno per il tracimatore (scarico acqua), ed  un altro per il ritorno dell'acqua, quindi collegato alla pompa della Sump; per filtrare l'acqua dell'acquario, è stata realizzata una Sump a 4 stadi con le seguenti disposizioni:

Illustrazione 24: La Sump in funzione
-- Scarico tracimatore e riscaldamento
-- 1° Filtraggio dell'acqua con lana
-- 2° Filtraggio con i cannolicchi
-- Pompa Sump per il ritorno dell'acqua sull'acquario.
Nella Sump è stato allacciato il tubo di trasferimento dell'acqua dell'osmoregolatore; quest'ultimo ha una capacità di circa 20 Litri.
Sia sull'acquario, che sulla Sump sono stati installati i sensori sonar  per la misura livello.
Sull'acquario, tramite una staffa, è stato installato il sonar per la misura del livello; mentre il sonar della Sump, è stato fissato con delle viti.
All'interno dell'acquario, sono stati immersi, una sonda che misura la temperatura ed un elettrodo che misura il PH.
Illustrazione 25: Sensore Sonar Acquario
Sulla plafoniera sono stati installati,  un LED come luce lunare ed un ballast di tipo dimmerabile; quest'ultimo, controlla un tubo fluorescente da 15W da 10.000° Kelvin; grazie ad esso, è possibile simulare l'escursione dell'intensità luminosa di una  giornata.
Installazione di "Nemo Plus" (continua)
 
all’interno di un’anfora forata, la quale è stata posizionata al centro dell’acquario, è stata inserita una pietra porosa, questa a sua volta, è stata collegata ad un areatore.
Sul lato sinistro del coperchio dell’acquario, è stato praticato un foro rettangolare, sufficiente, per far cadere il mangime erogato dalla mangiatoia; intorno a quest'ultima, è stata posta una sfonda, con lo scopo di far cadere tutto il mangime all'interno dell'acquario.
La mangiatoia è stata bloccata sul coperchio dell'acquario, utilizzando del  velcro.
A questo punto, abbiamo inserito, sul vano batterie della Mangiatoia, le tre batterie di tipo AAA al Ni-MH, facendo attenzione alla loro polarità.
Sulle apposite prese di alimentazione, poste sull’unità centrale, innestiamo le spine dei dispositivi a 220V.a.c. nella seguente sequenza:
Illustrazione 26: Sensore Temperatura
“Riscaldamento”, “Filtro/Sump”, “Osmor./Aux3”, “Areatore/Aux2”, “Lamp/Ballast 1”;
A questo punto, colleghiamo lo spinotto jack corrispondente, per il controllo del ballast dimmerabile, indicato con “Ballast/LED”; mentre nel secondo jack, che ha la stessa descrizione,  colleghiamo il LED che simula la luce lunare; successivamente, colleghiamo gli spinotti jack delle varie sonde di misura del livello,
Illustrazione 27: Sensore PH
L.Vasca”, “L.Sump”, poi quelli per la misura della temperatura “T.Amb”, “T.Vasca” ed infine il BNC dell'elettrodo del PH metro; quest'ultimo lo bloccheremo con delle fascette, in modo da evitare che questo si muova quindi dar seguito a misure errate.
A questo punto, è possibile collegare la mangiatoia sulla presa RJ45.
Fatti tutti i collegamenti è possibile alimentare il controller “Nemo Plus”, il quale visualizzerà, per qualche secondo, il nome del dispositivo, l’indirizzo web dei progettisti www.teckhat.com, il seriale, ed in fine la versione del firmware.
 
Installazione di "Nemo Plus" (continua)
 
Dopo l'accensione, il controller dell'acquario, per circa 120 secondi, ci invita ad attendere tramite la scritta “Power up 120s”, in questo periodo, tutte le uscite, possono essere disattivate, ma non attivate, poiché verrà attesa la stabilizzazione  delle misure dei sensori, quindi in questo periodo, tutte le misure verranno ignorate.
Alla prima accensione, oppure se il modulo viene resettato tramite il pulsante presente sotto il cover,  Verrà visualizzato il messaggio “Regolare Orologio!”.
A questo punto, entriamo sul setup e regoliamo l’orologio: Menù --> Orologio  -->  Regola Orario.
Il controller dell'acquario, alla prima accensione, si predispone con il Setup predefinito
Acquario Dolce”, quindi dobbiamo modificare, soltanto quello che differisce dalle nostre esigenze;  a tal fine, è possibile fare riferimento, alla tabella, in cui sono indicati tutti i settaggi predefiniti.
In questa prossima fase, è necessario verificare l’assenza di anomalie relative alla disconnessione dei cavi, che possono essere una delle seguenti:
-- "Sonda Acqua Disc.!"
-- "Sonda Ambiente Disc!"
-- "Sonar Acq. Discon.!"
-- "Sonar Sump Discon.!"
Invece, se la mangiatoia non è stata collegata correttamente, vedremo contemporaneamente  due allarmi:
-- Batteria Assente!
-- Errore Mangiatoia!
Mentre, se la boccola di caduta del dispencer, non è posizionato ad ore 12, vedremo comparire il seguente allarme:
-- Errore Mangiatoia!
In questo caso, tramite i comandi manuali, avvieremo un’erogazione, in modo da far posizionare correttamente la boccola di emissione del mangime.
C'è da considerare, che se al momento dell'accensione del controller, se siamo oltre l'orario
“ON”, della fascia oraria di attivazione della luce lunare o del ballast, queste rimarranno spente fino al giorno dopo. In questo caso, possiamo accendere le luci, tramite i comandi manuali; le lampade verranno spente all’ora impostata  sulla “Fascia” del fotoperiodo;
A questo punto, posizioniamo i due buffer di calibrazione da 4.003@25°C  e 6.864@25°C, vicino l’unità centrale per almeno un paio d’ore, dopo di ché, procediamo  con la calibrazione del PH metro, come indicato sullo stesso articolo.
Successivamente procediamo con la calibrazione dei due sensori sonar, che misurano il livello, seguendo le indicazione già indicate in precedenza.
Non appena il sensore del PH, di temperatura, e quelli del livello, hanno raggiunto valori normali, ripristiniamo la memoria degli allarmi.
Installazione di "Nemo Plus" (continua)
Da questo momento, il controller per acquario “Nemo Plus”, è completamente operativo.
Illustrazione 28: Installazione completa dell'acquario con il controller “Nemo Plus”

Conclusione
Il controller per acquario “Nemo Plus”, presentato in questo articolo, rappresenta un dispositivo completo ed affidabile; la funzione di “Setup Predefinito”, rende il dispositivo “Plug&Play”; mentre per i più esigenti e smanettoni c'è sempre la possibilità d’impostare manualmente tutti i parametri, grazie ad un menù operativo, molto intuitivo e facile da navigare, tramite solo 3 tasti;
Nemo Plus” poteva includere tante altre funzioni predefinite,  però si è  pensato, che le esigenze cambiano per ogni acquario; quindi, con il fine di venire in contro alle più svariate esigenze, sono state implementate le uscite ausiliarie, dette “Aux”.
Quante cose riesce a fare il controller “Nemo Plus”… e senza alcun ingombro, grazie alle dimensioni di 20x18x6 cm.
Illustrazione 29: Nemo Plus
 

Durante lo sviluppo di questo controller, si è anche fatto una bozza di una versione ancora più avanzata con il nome “Nemo ARM ” ,  in cui con ARM s'intende un microcontroller con processore a 32 bit; un sistema di controllo per acquario di ultima generazione, controllato tramite una piccola tablet in cui gira Android. Oppure controllato tramite qualsiasi dispositivo in cui è installato questo sistema operativo; le multi uscite a 220 V.a.c, la mangiatoia, i sensori, etc...,  controllato tramite un sistema senza fili WIFI; praticamente ogni dispositivo,  sarebbe stato controllato con una interfaccia grafica androidiana; cosa mi ha fatto cambiare direzione?, lo spirito hobbistico, cioè noi sviluppiamo sistemi con una impronta prettamente amatoriale; con quel progetto ambizioso, avrei superato di troppo questo principio.
Conclusione (continua)
Ad ogni modo, “Nemo Plus”, è un controller pieno d'innovazione, con logiche di controllo e gestione uniche nel suo genere.
Illustrazione 30: Nemo Plus

 
Contatti
Per info, opinioni e suggerimenti, inerenti al progetto, inviate la vostra E-Mail al

 
www.teckHat.com

Attenzione: La documentazione, schemi e dispositivi, presenti in questo progetto, potrebbero cambiare in ogni momento e senza alcun preavviso; inoltre, s’informa il lettore, che il dispositivo è stato realizzato per scopi amatoriali, pertanto privo di test che accertano la sua conformità, secondo le direttive CEE; Pertanto i progettisti ed il webmaster, declinano qualsiasi responsabilità, per danni causati a persone e/o animali e/o cose, a seguito dell’uso del dispositivo presentato in questo articolo.

Ora Attule 17/10/18 - 16:25:29
 
Cerca sul Sito TeckHat Elettronica Cerca su TeckHat
 
Italiano Tutte le Lingue


News LettersNewsletters
Iscriviti alla nostra news letter.
E-Mail Address

Iscrivi E-mail
Cancella E-mail

Links Utili di Elettronica
Link Utile st.com
Link Utile intersil.com
Link Utile toshiba.com
Link Utile Intel.com
Link Utile ramtron.com
Link Utile onsemi.com
Link Utile rohm.com
Link Utile actel.com
Link Utile smsc.com
Link Utile hynix.com
Link Utile austriamicrosystems.com

Statistiche TeckHat ElettronicaStatistiche
21221 Visite Totali  21221 Visite Totali
5534 Visite IP Unici  5534 Visite IP Unici
415 Visiste By Referer  415 Visiste By Referer
49 Visite By Search Engine  49 Visite By Search Engine
 
Home  Chi Siamo  Novità  Progetti  Realizzando  Contatti
Proprietà intellettuale di Andrea TeckHat @2010 - vietata la riproduzione anche parziale del sito
Ottimizzato per Internet Explorer 7 e FireFox 3.5 e versioni superiori